Riforma Costituzionale e Sanità: cosa cambierebbe?

Siamo in molti, cittadini, operatori del settore e professionisti, a domandarci cosa potrebbe cambiare per la Sanità in Italia con la riforma costituzionale.
In estrema sintesi, verrebbe meno la cosiddetta legislazione concorrente tra Stato e Regioni e si ristabilirebbe un primato statale nelle decisioni di politica sanitaria (vedi nuova lettera m dell’articolo 117). Con la nuova dizione dell’articolo si amplierebbero  le competenze statali prevedendo l’esclusività della potestà legislativa dello Stato non solo nella determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni (Lea) ma anche nelle “disposizioni generali e comuni per la tutela della salute e per le politiche sociali.
Vi invitiamo a leggere una lettera firmata e recentemente indirizzata al Direttore del noto #quotidianosanita.it
 
http://www.quotidianosanita.it/lettere-al-direttore/articolo.php?articolo_id=42365
 

Ti è piaciuto il post? Condividi!