Principali errori medici in Ginecologia

Home » Errori Medici » Errori Ginecologici

Il 10% dei casi di malasanità avvengono nell’ambito dell’ostetricia / ginecologia e quelli più gravi coinvolgono i bambini naturalmente. La sindrome ipossico-ischemica non diagnosticata durante la gravidanza rappresenta il caso più importante e delicato soprattutto se porta, purtroppo, alla tetraparesi spastica del neonato.

In ambito ginecologico, ostetrico, neonatologico o pediatrico, il mancato o tardivo intervento può portare a danni anche fatali non solo per la madre ma anche per il bambino.

Errata diagnosi prenatale, diagnosi errata di malattie, omessa diagnosi di malformazione del feto, danni alla madre durante il parto, parto distocico non correttamente gestito, morte del feto o del bambino, problemi del bambino post-parto: sono solo alcune delle responsabilità mediche che possono incorrere quando si parla di errori in ambito ginecologico, talvolta capaci di minare la sopravvivenza del paziente stesso.

Essendo un settore molto delicato è bene rivolgersi ad un avvocato specializzato in responsabilità medica che opera un’analisi rigorosa sui casi che gli vengono presentati e, per poter far questo, riceve il cliente con un medico, specialista della branca d’interesse, indispensabile per poter dare un parere sulla fattibilità.

Leucomalacia Periventricolare

Leucomalacia Periventricolare

I casi di leucomalacia periventricolare (danni cerebrali del neonato) causati da errore medico: come ottenere il risarcimento danni La leucomalacia periventricolare è un tipo di danno cerebrale che coinvolge la sostanza bianca del cervello situata a livello periventricolare. I ventricoli sono le...

Morte Materna

Morte Materna

I casi di errore medico che possono portare alla morte materna prima e durante il parto Nonostante la gravidanza, il travaglio e il parto siano eventi fisiologici, previsti dalla natura, a volte purtroppo posso complicarsi e causare gravissime conseguenze, finanche alla morte del feto e della...

Rottura dell’Utero

Rottura dell’Utero

Quando il feto incontra degli ostacoli durante il suo passaggio attraverso il canale del parto, l’utero tende ad aumentare l’intensità e la frequenza delle sue contrazioni, per aiutare l’espulsione del feto. Se l’ostacolo non viene superato e le contrazioni uterine divengono sempre più forti e...

Fratture neonatali

Fratture neonatali

La frattura più frequente alla nascita è quella della clavicola e solitamente è la conseguenza di un parto distocico (dalle parole greche “dys”, che significa difficile, e “tokos”, che significa nascita), soprattutto di una distocia di spalla, ma può avvenire anche durante l’espletamento di un...

Traumi da Parto

Traumi da Parto

Il parto è un evento fisiologico, che può però diventare causa di traumi del neonato, nel caso in cui dovessero sorgere delle complicazioni o nel caso in cui queste non dovessero essere gestite in modo corretto dal medico che assiste la partoriente. Traumi da parto causati da errore medico: cosa...

Impiego del Cytotec per l’induzione del parto

Impiego del Cytotec per l’induzione del parto

IL CYTOTEC PER INDURRE IL PARTO NATURALE Quando vengono superate le 41 settimane di gestazione, può essere indicato indurre farmacologicamente l’inizio del travaglio e quindi il parto. Uno dei farmaci spesso impiegati a tale scopo è il misoprostolo (Cytotec), che nasce come terapia dell’ulcera...

Errori Medici in Sala Parto

Errori Medici in Sala Parto

Gli errori medici commessi in sala parto: quali sono e come ottenere il risarcimento danni Il MONITORAGGIO DEL PARTO NATURALE La gravidanza e il parto sono processi fisiologici, previsti dalla natura, che nella maggior parte dei casi non richiedono particolari interventi di tipo medico, se non un...

Casi di errore medico in ginecologia risolti con successo

Danno da parto gemellare prematuro

Danno da parto gemellare prematuro

Il caso in esame riguarda una gravidanza gemellare biamniotica bicoriale con nascita dei feti alla 31° settimana di gestazione, entrambi affetti da un diverso tipo di tetraparesi spastica dovuta alla paralisi cerebrale verificatasi alla nascita.

Risarcimento: 2.200.000 €

Parto distocico e asfissia perinatale

Parto distocico e asfissia perinatale

Il caso riguardante la Sig.ra Y., nell’ambito della responsabilità medica e del risarcimento del danno, rientra nelle casistiche più gravi della medicina legale. Si tratta infatti della nascita di una bambina che ha riportato un’invalidità che l’accompagnerà per tutta la vita.

Risarcimento: 2.000.000 €

Il Caso Di Lena – Ritardato parto cesareo

Il Caso Di Lena – Ritardato parto cesareo

La paziente, incinta alla 36° settimana di gestazione, si recava presso l’Ospedale di Bolzano dove veniva sottoposta ad esame cardiotocografico e dal quale il CTG risultava tendenzialmente tachicardiaco sul versante fetale, con scarsi movimenti del feto...

Risarcimento: 1.400.000 €

Caso Caiazzo – Danno neonatologico

Caso Caiazzo – Danno neonatologico

Gravidanza caratterizzata da placenta previa centrale ed emorragie frequenti. La signora S. ha necessità di partorire in una struttura ospedaliera che possa intervenire tempestivamente al fine di tutelare la salute della madre e del bambino. 

Risarcimento: 1.350.000 €

Arresto cardiaco del lattante

Arresto cardiaco del lattante

La sig.ra S., all’epoca dei fatti di anni 39, alla seconda gravidanza, a termine (39° settimana) dava alla luce a seguito di taglio cesareo per presentazione podalica, il piccolo F.  Successivamente alla nascita la mamma ed il piccolo ...

Risarcimento: 190.000 €

Hai subito un caso di malasanità?

Ecco come puoi contattarci senza impegno: