Home » Errori Medici » Errori Chirurgici » Chirurgia della tiroide

Chirurgia della tiroide

da | Ott 18, 2017

TIROIDECTOMIA TOTALE O PARZIALE

La tiroide è una ghiandola endocrina a forma di farfalla, posizionata nella parte anteriore del collo. È fondamentale per il corpo umano, poiché regola funzioni essenziali dell’organismo.

Infatti, la tiroide produce ormoni che regolano il metabolismo, il respiro, il battito cardiaco, la digestione e la temperatura corporea.

Benché sia fondamentale per l’equilibrio psicofisico, esistono dei casi per i quali è necessario l’intervento chirurgico alla tiroide, e cioè quando questi riguardano:

  • La sua struttura fisica: come una tiroide ingrossata, formazione di tumori benigni o maligni, ecc.
  • La funzionalità della tiroide: ipertiroidismo, ipotiroidismo ecc.

In assenza di descrizione di particolari difficoltà tecniche o di zone di infiltrazione dei nervi, le lesioni alla tiroide possono considerarsi dei presunti errori medici che danno diritto ad un risarcimento dei danni.

Si può intervenire chirurgicamente sia per il trattamento di patologie benigne della ghiandola, come per esempio il gozzo multi nodulare, che maligne, ovvero le neoplasie tiroidee.

QUALI SONO I POSSIBILI DANNI DI UNA CHIRURGIA ERRATA?

Tra i principali danni relativi alla chirurgia della tiroide, vanno presi in considerazione:

  • L’ipoparatiroidismo: determinato dall’asportazione delle 4 paratiroidi (piccole ghiandole endocrine situate vicino alla tiroide), con gravi conseguenze sul metabolismo del calcio
  • Le lesioni dei nervi ricorrenti: che possono portare alla disfonia, ovvero a una difficoltà nel parlare, o alla completa afonia, totale incapacità di produrre suoni. Se la lesione è monolaterale, si avrà un’insufficienza respiratoria con necessità di tracheotomia, se è bilaterale, con deficit della deglutizione.
  • Emorragie

La causa principale di questo tipo di lesioni è può essere dovuta a:

  • Mancata preparazione dell’intervento da parte del chirurgo
  • L’uso di bisturi ad alte energie
  • Inglobamento dei nervi nelle legature durante la Tiroidectomia
  • Tagli netti, anche se meno probabili
  • Ci sono dieci anni di tempo per richiedere il risarcimento del danno subito a causa di un errato intervento alla tiroide.

Se ritieni di esserne stato vittima, ti invitiamo a contattare lo Studio Legale Sgromo. I nostri professionisti saranno a tua disposizione per aiutarti ad avere giustizia.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!

Hai subito un caso di malasanità?

Ecco come puoi contattarci senza impegno: