Caso COL. Tribunale di Roma – Neurochirurgia

Accaduto presso Azienda P. U. I di Roma.
Il Sig. C. dopo un calvario di continui, estenuanti ed inutili intereventi chirurgici seguiti dalla contrazione di gravissime infezioni di tipo nosocomiale, decedeva nel reparto di neurochirurgia del P.U. I di R..

Ai fini di un bonario componimento della vicenda i Sig. ri C. e G. esperivano ricorso ai sensi dell’art. 696 bis c.p.c., così da espletare una consulenza tecnica preventiva. Il CTU nominato evidenziava profili di responsabilità dei sanitari del P. U. I per quanto attiene l’exitus occorso al Sig. C..

In seguito a ciò i ricorrenti, quali eredi del de cuius, procedevano ai sensi dell’art. 702 bis c.p.c. ed il giudice formulava proposta transattiva ex art. 185 bis c.p.c., accettata dalla struttura.

L’Azienda P.U. I, provvederà al risarcimento, nel rispetto dei termini stabiliti dal giudice, dell’importo di euro 874.590€ ripartito tra gli eredi, oltre spese.

Ti è piaciuto il post? Condividi!