Cancro del colon

Il cancro al colon (o anche al colon-retto), è un tumore maligno che si sviluppa per una proliferazione abnorme di cellule della mucosa intestinale. La quasi totalità dei cancri al colon o al colon-retto si origina da polipi benigni.
Il cancro al colon occupa il terzo posto tra i tumori più diagnosticati tra la popolazione maschile, dopo il tumore alla prostata e ai polmoni, e il secondo posto nella popolazione femminile, dopo il cancro alla mammella.
L’errore medico più comune relativo al cancro al colon e per il quale è possibile chiedere un risarcimento del danno, è la mancata diagnosi o l’errata diagnosi del tumore.
Nell’80% dei casi, in fase iniziale, il tumore al colon non dà alcun tipo di sintomo. I sintomi del tumore al colon, o colon-retto, (tra cui sangue nelle feci, dolore addominale, occlusione intestinale, ecc.) possono infatti essere facilmente confusi con altre malattie infiammatorie dell’intestino, tra cui la diverticolite, la sindrome dell’intestino irritabile, le emorroidi o la colite ulcerosa. Inoltre, al primo stadio, il tumore al colon si presenta come asintomatico.
Il tumore al colon è prevenibile. Se non viene refertato o non viene riconosciuto, l’errore medico lascia la possibilità alla neoplasia di passare da uno stadio di malattia localizzata ad uno stadio di malattia con disseminazione a distanza, diminuendo radicalmente la possibilità di sopravvivenza e l’eventuale qualità di vita, a causa del conseguente aumento del carico terapeutico con chirurgia o radioterapia.
In Italia, sono diagnosticati circa 52.000 nuovi casi di tumori al colon all’anno. L’incidenza del cancro al colon-retto sulla popolazione è piuttosto stabile, rappresentando la seconda causa di morte per tumore, il 10% negli uomini e il 12% nelle donne. Negli ultimi anni si è registrata una diminuzione nella mortalità di chi ne viene colpito, grazie soprattutto all’anticipazione diagnostica e al miglioramento nella terapia.
Si stima che la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi del tumore al colon sia del 60%.
Ci sono dieci anni di tempo per richiedere il risarcimento del danno subito a causa di un errore medico per cancro al colon.
Se ritieni di esserne stato vittima, ti invitiamo a contattare lo Studio Legale Sgromo. I nostri professionisti saranno a tua disposizione per aiutarti ad avere giustizia.

Ti è piaciuto il post? Condividi!